REBiRTH PRESS, Genesi di un Template

Il template che stai visualizzando nasce per soddisfare un'esigenza specifica. La necessità di rivitalizzare un vecchio blog, aprendo le finestre per cambiare aria e proporre un progetto nuovo, performante e ottimizzato per essere utilizzato da copywriter, comunicatori e appassionati della divulgazione d'informazioni in rete.

Il blog a cui mi riferisco è The Intruder News.

Dunque la necessità che fa virtù che fa progetto che muove creatività e immaginazione. Sempre e comunque. Inizia da qui:

  • Girando in rete scopro un widget per blogger che accorpa notizie con etichette in comune. Mi riferisco a Related Posts Widget for Blogger with Thumbnails. Ottima base di partenza per quello che avevo in mente. Il plugin è decente ma va migliorato. Il filtro alle etichette da mostrare ce lo metto io con qualche riga di Code Blogger. 
  • Guardo un po' di template in rete.. perché l'ispirazione ha bisogno di essere nutrita più o meno consciamente, che se ne dica e inizio a buttare giù bozze, a testare template, a farmi un giro panoramico sull'xhtml Made in Google For Blogger e a passare a setaccio l'idea di fondo.
Prende forma! Il concept visuale che voglio inseguire, intendo. Il progetto e la sua utilità è invece stabile.. facile quando ci si assume come clienti e si hanno tra le mani strumenti, creatività e persone che si muovono tutte verso un'unica direzione.. l' ADV Magazine che sarà.
    • Faccio un salto su Google Custom Search.. mi occorre un motore di ricerca interno al blog, blogger dedicated e nativo. Ok.. modifichiamo il layout del GCS grazie al tool di Google e aggiungiamo un widget che riporti il codice del motore customizzato.
    • Trovato un template base che più base non si può, lo ripulisco dell' xhtml, lasciando parte del CSS e sviluppandone dell'altro seguendo il design che i miei neuroni stanno tracciando in testa. Entra in gioco il Code Blogger
    I tag e le funzioni basi sono semplici da riscrivere. Loop, if/end.. gioca tutto attorno a poche chiamate impostate nelle condizioni. Creare widget customizzabili è semplice. Il difficile viene quando si vogliono filtrare risultati oppure puntare l'indice su funzioni più complesse che sembra quasi cercare il Graal su Marte.

    • La prima vera difficoltà arriva quando voglio far puntare sul nome dell'autore il link al suo profilo blogger. Siamo all'assurdo! "Se molte persone postano sul blog, potresti impostarlo in modo che, alla fine del post, il nome di ognuno del post sia collegato al suo profilo. Questa operazione viene eseguita automaticamente solo nei commenti e quindi non nei post normali. Per ovviare al problema," etc. etc. etc. etciù! Rimasto alla versione precedente di blogger, dove era sufficiente l'istruzione <$BlogItemAuthorURL$>, beh.. ci rimango di.
    Per risolvere il problema del link all'autore, senza dover interagire manualmente su array, script e compagnia, decido di prendere una via trasversale.. via di PHP. Il risultato è un simpatico gadget (per ora privato! ché lo sto ancora sperimentando) che recupera le url dell'autore di un post in modo automatico. Il gadget è chiamato da un i-frame:

    • <iframe allowTransparency='true' expr:src='&quot;http://www.advmagazine.net/intruder-news/authors.php?q=&quot; + data:post.author + &quot;&amp;label=intruder-news&quot;' frameborder='0' id='s3eamAuthors' scrolling='no'/>
    • Filtro le etichette/categorie in modo da non mostrare certe etichette globali come Notizie, Approfondimenti e Intruder.. quindi passo a impostare le singole pagine che fanno sezione a se. Ritorno sull' XHTML e con una manciata di condizioni creo tre strutture differenti: una per la home page, una per la pagina dell'articolo, una per l'edizione mensile.
    Mancano ancora un po' di pagine. Ad esempio, The Intruder News è un blog multiautore, quindi non sarebbe male creare una pagina dinamica che, sfruttando s3eamAuthors, mandi in stampa su schermo i nomi degli autori, le rispettive thumb e schede descrittive del profilo. Dunque, il gadget merita attenzioni particolari al punto da dedicargli un post nel prossimo futuro. Su REBiRTH invece, appuntamento al prossimo aggiornamento di questo post/caso di studio.

    p.s.: questo blog è in costruzione. Parco giochi per testare le funzionalità degli upgrade di REBiRTH. I risultati li puoi vedere in tempo reale su The Intruder News.


    stay tuned. ;-)

    Posta un commento